Olio di oliva siciliano

Olio di oliva siciliano

Olio di oliva siciliano

Cerasuola

OLIO EXTRAVERGINE DI OLIVA DI SICILIA

L’oliva “Cerasuola” è una delle principali cultivar più diffuse in Sicilia. E’ un oliva da olio e non viene utilizzata come olive da mensa. L’olio extravergine di oliva siciliano prodotto dalla cerasuola presenta un colore verde oro ed è una cultivar ricca di polifenoli -antiossidanti che fanno bene al cuore, prevengono i rischi di infarto e di malattie cardiovascolari-. L’olio prodotto ha un flavour intenso con sentori di amaro e di piccante. Al palato si avverte un gusto d’erba appena tagliata, carciofo e pomodoro. L’olio di cerasuola è ottimo per condire carni lesse o grigliate di carni e pesce, minestroni, insalate e bruschette.

 

Biancolilla

OLIO EXTRAVERGINE DI OLIVA DI SICILIA

Oliva piccola con una nota di piccante e amaro. Ottima anche la produttività e la conservazione del prodotto. E’ una cultivar autoctona che produce un olio extravergine di oliva siciliano con una bassa acidità. Quest’olio dal gusto delicato viene consigliato per i consumatori affetti da malattie cardiopatiche. Subito dopo la molitura l’olio presenta un colore verde chiaro, e dopo un paio di mesi presenta un colore giallo pagliarino a seguito della decantazione. La resa di questa cultivar varia dai 16 al 18 % del peso del raccolto. E’ diffusa nelle provincie del messinese, palermitano, agrigentino e ragusano.

 

Nocellara del belice

OLIO EXTRAVERGINE DI OLIVA DI SICILIA

Ecotipo locale detto “MAZZARA”. Cultivar utilizzata anche sulle tavole dei consumatori, grazie al suo fruttato e alla polpa di cui è composta. Essa produce un olio extravergine di oliva siciliano dal flavour intenso e delicato, con un gusto intenso e corposo, fruttato con sentori di pomodoro. L’ olio extravergine di oliva siciliano ottenuto dalla polpa dell’oliva nocellara del belice, presenta un acidità molto bassa ed è consigliato a crudo su insalate verdi, arrosti e pietanze di vario genere. E’ diffusa principalmente nelle zone del trapanese e si estende nella zona del palermitano e in gran parte nella zona dell’ Agrigentino.

Your email address will not be published. Required fields are marked *

EnglishFrenchGermanItalianPortugueseSpanish