Cerasuola

Tra le cultivar più apprezzate, vi è sicuramente l’oliva cerasuola a Palermo. Si coltiva nel versante nord-occidentale della Sicilia, nelle zone di Palermo, Trapani e a Sciacca. La pianta è vigorosa con portamento assurgente e chioma espansa. La foglia è piccola, con la  pagina superiore tomentosa a lembi ripiegati. Il numero medio dei fiori è di 22 e  la fioritura avviene a fine aprile/prima decade di maggio. Resiste bene alla siccità. Dalla gente del luogo è anche detta Purrittara, Ugghiarola, Palermitana, Grappusa, Zimmusa, Ugghiaredda.

La drupa è di media grossezza, di forma sferoidale e di colore verde intenso quando non è ancora matura , nero violaceo a maturità raggiunta. L’olio che ne deriva ha un ottima stabilità nel tempo con una resa di circa il 20/24% e presenta caratteri piuttosto spiccati con prevalenza di amaro e piccante. Quando le olive sono più mature il gusto dell’olio è più armonioso ed equilibrato con sentori di carciofo mentre quando sono ancora acerbe sono evidenti delle note di peperone verde.